fbpx

Perché un’Attività Locale o un Professionista Dovrebbe Avere un Funnel di Vendita?

Pillola Blu o Pillola Rossa?

Qualunque sia il tuo obiettivo online devi essere conscio di una situazione fisiologica: la stragrande maggioranza di chi accede al tuo sito web non convertirà, ovvero non raggiungerà l’obiettivo che ti sei posto.

Secondo le statistiche nemmeno un brand come Amazon converte il 100% degli utenti Prime, ma solo il 74%.

A questo punto ti troverai di fronte a 2 scelte, prendere la pillola rossa e continuare a vivere nell’incoscienza, o prendere la pillola blu e scoprire che il percorso è più lungo e tortuoso di quanto probabilmente immaginavi o sei stato abituato a pensare.

Hai scelto la pillola blu vero?

Il mondo che ti si porrà davanti è diverso da quello a cui probabilmente sei stato abituato finora. Sì, perché se pensavi che bastasse comparire con i tuoi annunci pubblicitari online, o mandare dei visitatori a un sito web, scoprirai che questi sono solo 2 dei 9 step di un processo rappresentabile metaforicamente sotto forma di un imbuto, che in gergo tecnico viene chiamato non a caso funnel di vendita.

Per sales funnel si intende il processo che compie l’utente da quando ha un primo approccio con il tuo prodotto o servizio a quando diventa tuo cliente ricorrente o “ambasciatore” del tuo prodotto o servizio.

Potremmo definire questo tipo di processo anche come percorso o addirittura viaggio: non a caso negli ultimi tempi si è iniziato a parlare a questo proposito di customer journey.

Come rappresenta bene la metafora dell’imbuto, fisiologicamente il numero di chi arriva all’estremità dell’imbuto è sensibilmente minore di coloro che partono dall’apice.

Parlando di funnel di vendita, si cita un modello in 4 fasi, chiamato con l’acronimo AIDA:

1 – Attenzione;

2 – Interesse;

3 – Decisione;

4 – Acquisto.

Il modello AIDA, che rispecchia alcune delle fasi del processo di un utente online, nasce in ambito pubblicitario ed è stato integrato e modificato più volte nel tempo.

Il dato efficace di questo modello è la divisione in sezioni dell’imbuto.

Prova ad immaginare di avere dei filtri all’interno del tuo imbuto: più sono stretti, meno il tuo contenuto filtra, e viceversa. Contrariamente al funzionamento di un passino da cucina, qui tuttavia il nostro obiettivo è allargare le trame dei filtri, per fare in modo che più utenti possibili attraversino l’imbuto arrivandone all’estremità, ovvero alla conversione.

Ma il primo passo per aumentare le trame dei filtri del nostro imbuto è conoscere quali sono i suoi “colli di bottiglia”, ovvero conoscere dove il nostro potenziale cliente rimane “incastrato” senza riuscire a procedere verso la conversione.

Questi filtri possono essere ricondotti a nove concetti che prendono il nome di “9 C del web marketing”: Comprendere, Comparire, Cliccare, Connettersi, Convincere, Condurre, Convertire, Comunicare e Conservare.

Puoi ascoltare il contenuto anche in formato audio su Spotify

Compila il modulo per richiedere la tua consulenza gratuita